Incastrati dalla diretta fatta da una donna che passava di lì…guardate cosa facevano… Facciamo girare! VIDEO!!

 

Sta spopolando in tutta italia un video di una diretta su Facebook girato da una coraggiosa donna. Ci troviamo a Roma nel quartiere di Torre Angela. La donna ha notato dei ragazzi che scaricavano i propri “rifiuti” nel parco, quello che ha fatto per difendere il territorio in cui vive è davvero onorevole. Molte persone sarebbero passate di lì senza dire niente, ma lei questa volta ha deciso di reagire, stanca di tutto questo.

La signora ha intravisto dei ragazzi fermarsi con la propria auto sul ciglio della strada, dopo esser scesi hanno iniziato a scaricare della ferraglia nel prato vicino la strada. La prontezza della donna è da ammirare, ha preso subito il cellulare ed ha iniziato a riprendere il tutto con la propria telecamera, ma non si è fermata qui ha deciso di fare una diretta su Facebook. Un’idea ottima per tutelarsi da eventuali minacce o aggressioni.

Un gesto che dovrebbe farci riflettere tutti per cominciare ad imitare la sua coraggiosa prodezza per difendere il nostro territorio dai soprusi delle persone che credono di poter fare qualunque cosa restando impuniti. Ogni giorno silenziosamente moltissime persone inquinano buttando qualsiasi cosa in strade e prati. Dobbiamo dire basta! Ecco il video di questa coraggiosa donna:

 

FONTE QUI

 

You may also like...

10 Responses

  1. Mario Antonio Esposito ha detto:

    I miei più vivissimi complimenti a questa signora che meriterebbe un premio, anche se solo simbolico, che faccia da esempio a gran parte degli italiani. Come darei un premio a chi trovandosi dei delinquenti in casa, ha in coraggio e la prontezza di spirito di fermarli COMUNQUE!; a difesa di sé, della famiglia e delle sue cose. Poi eventuali danni derivanti dall’episodio, da addebitare: al soggetto, se ancora vivo; alla famiglia, se è rimasto ucciso. In ogni caso un grosso, grossissimo bravo a chi elimina un parassita pericoloso dal suolo nazionale. MA, finché in Parlamento abbiamo omuncoli signorsì, costosissimi quanto inutili, perché agli ordine del ras del momento, avremo soltanto da rammaricarsi e roderci il fegato. Sveglia, italiani; perché c’è una ventata di gioventù onesta e “pulitI dentro”; senza debiti di riconoscenza o altro, verso terzi. SONO I RAGAZZI 5 STELLE; di cui tutti i partiti temono; e con ragione: SONO DIVERSI DA LORO, SOPRATTUTTO PERCHE’ NON RUBANO!!!

    • Italo ha detto:

      I grullini cinque stelle non perdono occasione per autoincensarsi: sono quelli che scaricavano i rifiuti ? Non certo la signora che fotografava.

  2. stefania ha detto:

    Bravissima. Coraggiosa, determinata. Li ha tenuti in scacco con la diretta, efficace e inoffensiva. I miei vivissimi complimenti. Medaglia al valor civile.

  3. Rosalba ha detto:

    Questo si è avere le palle! E come sempre sono le donne dotate di grande coraggio a esporsiiiiii e poi la prendiamo nel c..o!!! BRAVA TUTTA LA MIA SOLIDARIETÀ

  4. Susy ha detto:

    Bravissima davvero ha rischiato tutti dovrebbero far cosi

  5. Fabrizio ha detto:

    Brava e basta, gesti come questi di denuncia in diretta andrebbero premiati in qualche modo. Ma a quei due la sarebbe da andarli a prendere e che per almeno 6 mesi 2 ore al giorno siano obbligati alla pulizia di qualche zona della città .

  6. Emanuela Di Nicola ha detto:

    Sei fantastica! Ora possiamo anche noi prendere un po’ di coraggio e denunciare!grazie!

  7. Gabriele ha detto:

    Aldilà della propria appartenenza politica, questa signora coraggiosa è da premiare e da imitare assolutamente! Svegliamoci subito o questi individue abusivi ridurranno la nostra amata Italia un CACATOIO A CIELO APERTO!

  8. max ha detto:

    Vorrei fare un plauso un elogio a questa meravigliosa signora .Grazie di cuore per cio’ che ha fatto dovremmo essere tutti cosi’ . Il coraggio che ha mostrato è veramente tanto.

  9. Tony Troja ha detto:

    “Le risorse”. Perché queste cose gli italiani non le fanno. Noooooo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *